L’Altopiano della Sila, nuovo distretto turistico

L’Unesco ha approvato l’iscrizione della Sila tra le riserve della Biosfera italiana: è la decima nella rete mondiale dei siti di eccellenza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura. Un’area di 68 comuni di cui il Parco costituisce il fulcro. Tutto frutto del lavoro di un management specializzato. «Abbiamo dovuto innanzitutto preparare il territorio, comunicare e informare prima di promuovere – dichiara Sonia Ferrari, commissario straordinario, docente di Marketing territoriale e del turismo all’Unical – ora sosteniamo i giovani imprenditori desiderosi di impegnarsi in nuove attività con iniziative per la formazione e progetti per rafforzare le potenzialità dei sistemi produttivi e creare occupazione qualificante e stabile». Con questo intento è nato il Piano locale per il lavoro “Silavoro”, approvato dalla Regione: 1 milione di euro per le imprese esistenti e per le nuove nei settori dell’agro-silvo-pastorale, dell’artigianato, del turismo, della tutela dell’ambiente, delle energie rinnovabili e in quello per i servizi connessi allo sviluppo del territorio. La prospettiva è creare nuovi contratti di rete. Nuova economia.. Scarica decreto da qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *