Bando misura 4.1.1

PAL 2017/2013. Intervento 4.1.1 – Progetti collettivi e progetti d’area per l’introduzione e/o sviluppo di biodiversità agricola e zootecnica

 

Bando in Preinformazione

 

OBIETTIVI

 Interventi a favore del patrimonio di biodiversità agricola e zootecnica che è presente o che è a rischio di perdita sul territorio d’area. Si tratta di specie vegetali e di razze a forte identità autoctona che reintrodotte o sviluppate ed estese, valorizzate attraverso la trasformazione,  possono determinare nuove opportunità di sviluppo sostenibile nell’area. L’obiettivo è quello di favorire la sostenibilità delle attività economiche e delle produzioni identitarie attraverso il potenziamento della sostenibilità ambientale, economica, gestionale e produttiva delle aziende del territorio

_______________________________________________________________________

LOCALIZZAZIONE DELL’INTERVENTO

L’ambito territoriale designato è quello dell’area Leader n. 4 del Psr Calabria,, costituito dai seguenti comuni della provincia di Cosenza: ACRI, BOCCHIGLIERO, CAMPANA, CASALI DEL MANCO, CASTIGLIONE COSENTINO, CELICO, LAPPANO, LONGOBUCCO, PIETRAFITTA, RENDE, ROVITO, SAN GIOVANNI IN FIORE, SAN PIETRO IN GUARANO, SPEZZANO DELLA SILA, ZUMPANO

_______________________________________________________________________

BENEFICIARI

Sono beneficiari dell’intervento aziende agricole ubicate nell’area eleggibile del Gal, che presentano un programma di investimenti, in forma singola, oppure stipulano e registrano un accordo di collaborazione, in una delle forme consentite dalle norme vigenti, e predispongono un investimento di micro-distretto.

_______________________________________________________________________

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’ DEGLI INTERVENTI

La singola azienda non potrà avere una dimensione economica in Produzione Standard (PS) superiore a 200.000 euro. L’azienda agricola, alla data di presentazione della domanda, deve avere una dimensione economica aziendale, minima, maggiore o uguale a 12.000 euro di Produzione Standard in zone soggette a svantaggi naturali e maggiore o uguale a 15.000 euro di Produzione Standard nelle altre aree.

Sono ammessi gli investimenti che soddisfano l’obiettivo del miglioramento delle prestazioni e della sostenibilità globali della singola azienda agricola ivi inclusa la trasformazione, la commercializzazione e/o lo sviluppo dei prodotti agricoli di cui all’Allegato I del trattato, a condizione che il prodotto finale rientri nell’ambito dei prodotti dell’allegato I del trattato.

Costituisce valore aggiunto, l’attuazione in forma associata del piano di intervento, che stimola la creazione di micro-filiere e micro-distretti a forte riconoscibilità territoriale, e la riserva di intervento all’uso di specie vegetali e razze autoctone, riconoscibili anche da parte del mercato turistico (filiera lattiero casearia, carne bovina e ovicaprina, cereali e ortofrutticolo) accanto alle filiere minori che rivestono un importante ruolo in termini identitari e qualitativi (castagno, canapa, frutti di bosco, grani antichi, miele, funghi, erbe officinali e aromatiche ecc).

La domanda di aiuto deve riferirsi a programmi di investimento non ancora avviati ed a spese non ancora sostenute alla data di presentazione della domanda di aiuto.

Nel caso di investimenti di micro-distretto, oltre a quanto indicato ai punti precedenti, deve essere prodotto un Accordo di Collaborazione tra le aziende partecipanti, ed un Piano di Sviluppo in comune

Il progetto di micro-distretto rimane valido se almeno l’80% delle domande di sostegno presentate dalle singole aziende associate, risultano ammissibili e finanziabili 

_______________________________________________________________________

DOTAZIONE FINANZIARIA

€  300,000,00

_______________________________________________________________________

SOSTEGNO

Per gli investimenti in ambito agricolo: l’intensità dell’aiuto è pari al 50% dell’investimento ammissibile. Tale massimale è elevato al 60% per gli investimenti ubicati nelle zone soggette a vincoli naturali ed al 70% per le zone montane di cui all’articolo 32 del Regolamento (UE) 1305/2013.

Per gli investimenti relativi alla trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali: l’intensità dell’aiuto è pari al 50% dell’investimento ammissibile Non è applicata alcuna maggiorazione.

Il contributo massimo concedibile per singolo intervento sarà di 30.000,00 euro.

_______________________________________________________________________

DOCUMENTAZIONE BANDO

Avviso bando 4.1.1.

Disposizioni procedurali Bando Gal Sila 4.1.1.

Disposizioni attuative Bando Gal Sila 4.1.1.

Allegato 1-Bando 4.1.1

Allegato 2-Bando 4.1.1

Allegato 3 – Bando 4.1.1

Allegato 4 – Bando 4.1.1

Allegato 5 – Bando 4.1.1

Scarica Tutto

Risultati immagini per RAR  Bando Gal Sila 4.1.1

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.